Seleziona una pagina

MOC a ultrasuoni Legnano

MOC a ultrasuoni a Legnano

Definita con l’acronimo MOC, la Mineralometria Ossea Computerizzata rappresenta un esame in grado di misurare esattamente sia la massa minerale contenuta nelle ossa, definita BMC, sia la densità ossea definita BMD. Eseguendo un esame MOC si determina la quantità e la densità dei sali minerali, ovvero i sali di calcio, che sono presenti nello scheletro, e particolarmente nella zona esaminata dalla  MOC durante l’esame.

Si esegue spesso la MOC con tecnica detta DXA, ovvero Dual X-ray Absorptiometry, ma negli ultimi anni a questa si è affiancata una tecnologia innovativa, che ha messo a disposizione dei pazienti anche una nuova metodica per la definizione della mineralizzazione ossea tramite apparecchi ad ultrasuoni.

La MOC più diffusa ad oggi, è quella della ultrasuonografia quantitativa, detta QUS, disponibile come esame presso la nostra Parafarmacia B.C.F Farma a Legnano.

Si tratta di un esame vantaggioso a livello di prevenzione e analisi dello stato di salute dell’apparato scheletrico, veloce e di rapida esecuzione. Fondamentale nei pazienti a rischio osteoporosi per la prevenzione, è basata su una tecnologia non invasiva, in grado di monitorare lo stato di salute e mineralizzazione delle ossa, senza esposizione ai raggi X.

La MOC ad ultrasuoni fornisce diverse informazioni utili per il rischio frattura e osteoporosi, per una corretta prevenzione soprattutto nei soggetti come anziani, donne in menopausa, soggetti con familiarità con l’osteoporosi, che hanno subito fratture, che adottano una dieta povera di calcio, sedentari, che praticano un’alimentazione scorretta, assumono alcuni farmaci, alcol e fumo in abbondanza.

Il rischio naturale di osteoporosi è comunque dovuto al fatto che le ossa sono in continua evoluzione, e dopo aver raggiunto il picco di massa ossea intorno ai 30 anni di età, tendono ad indebolirsi e possono portare ad un’eccessiva fragilità tramite l’osteoporosi. Si presentano con la terza età cali di statura, cifosi nella colonna vertebrale, frattura dell’anca, delle vertebre, del polso e del femore.

Tra i soggetti a rischio, le donne presentano maggiore predisposizione all’osteoporosi per la struttura ossea meno imponente, e la produzione di minori ormoni estrogeni durante la menopausa: gli estrogeni, infatti, proteggono dalla perdita di massa ossea.

Anche nel caso di rischio osteopenia, si esegue la MOC ad ultrasuoni, dato che questa patologia porta ad una progressiva riduzione dei minerali nelle ossa, esponendo i pazienti ad un rischio fratture elevato.

L’esame densitometrico consente di ottenere dei dati che andranno confrontati con altri per definire lo stato di salute e robustezza delle ossa, il rischio fratture. I parametri ultrasonometrici indicano la resistenza ossea e consentono di eseguire un esame di prevenzione osteoporotica importante, che non sostituisce ma integra la DEXA.

Come funziona l’esame MOC ad ultrasuoni

Il dispositivo utilizzato per generare ultrasuoni è l’ultrasonometro, spesso si predispone per l’esame del calcagno, dato che la struttura di quest’osso è molto simile a quella del femore e delle vertebre. Le ossa più soggette a frattura nel caso di osteoporosi e osteopenia, vengono analizzate quindi tramite un osso similare.

L’esame ultrasonometrico utilizza il calcagno anche perché questo segmento osseo presenta superfici piatte e parallele, facilmente accessibili alle strumentazioni, e come suddetto si dimostra un osso sensibile ai cambiamenti di natura fisiologica del metabolismo osseo globale.

Misurando la velocità di trasmissione e l’attenuazione degli ultrasuoni che attraversano il calcagno, la MOC fornisce il cosiddetto Indice Stiffness, ovvero il rischio di frattura osteoporotica paragonabile alla densità minerale ossea BMD, misurata mediante assorbimetria nel caso dei raggi X..Quello che ne consegue è un esame di densitometria ossea che valuta la densità minerale delle ossa definendo quanti grammi di calcio e altri minerali si trovano nell’osso analizzato, con misurazioni che possono coinvolgere anche femore, scheletro intero, rachide lombare, polso, falange della mano.

I vantaggi della tecnica MOC ad ultrasuoni, sono dati dal fatto che fornisce le informazioni qualitative e quantitativa sull’osso senza esporre il paziente alle radiazioni ionizzanti. Inoltre, non è un esame invasivo o doloroso, e non necessita di alcun tipo di preparazione.

Gli ultrasuoni necessitano di un veicolo come l’acqua per attraversare i tessuti e le ossa, per questo la parte a contatto con il calcagno o la zona interessata, viene bagnata d’acqua o di liquido conduttore durante l’esame, per agevolare la conduzione degli ultrasuoni e rendere ancora più efficace la MOC.
Si tratta di un esame sicuro, dato che gli ultrasuoni vengono impiegati in medicina anche per visualizzare lo stato di gravidanza.

Dove effettuare una MOC ad ultrasuoni a Legnano

Presso la Parafarmacia B.C.F Farma a Legnano è possibile effettuare l’esame MOC densitometria ossea ad ultrasuoni, per la prevenzione del rischio di fratture da fragilità.  L’esame è molto semplice, viene svolto da personale qualificato: prevede il posizionamento del piede all’interno del densitometro, per una durata di circa 10 minuti.

Dopo aver effettuato l’analisi MOC ad ultrasuoni, il risultato verrà consegnato al paziente al termine dell’esame MOC dal nostro staff, specializzato nel servizio di screening e prevenzione osteoporosi.

Contattaci per Maggiori Informazioni